Home

Preseleziona la ricerca

Percorrendo la Via dell'Olio DOP Canino nella Maremma laziale

Da Canino a Tuscania, passando per Cellere, Ischia di Castro, Farnese e Valentano

Il tour passa per i comuni della strada dell'olio DOP Canino per due giornate all'insegna dell'enogastronomia, ma non solo. Potrete visitare antichi borghi circondati da boschi, rilassandovi di fronte a panorami emozionanti, angoli da scoprire nella Maremma laziale.

 

  • Artistici - Culturali
  • Moto
  • Automobile
  • Enogastronomia

immagine della tappa a Canino

Immagine di Canino

Il percorso inizia da Canino che si trova a 40 Km da Viterbo. Potrete raggiungere questa cittadina da Nord e da Roma percorrendo la SS1 Aurelia in direzione Montalto di Castro, uscendo al bivio corrispondente. Da Viterbo prendete la Cassia nord fino all'uscita per Valentano, proseguite poi seguendo i cartelli. Visitate il centro storico di Canino che conserva una suggestiva atmosfera medievale e molti edifici antichi, come la Collegiata dei SS. Giovanni e Andrea in Piazza De Andreis.  Riprendendo l'automobile, potete fermarvi in una delle numerose aziende nei dintorni dell'abitato, dove acquistare i prodotti tipici della zona, tra i quali il famoso Olio DOP di Canino.

Proseguite l'itinerario verso la seconda tappa del tour, Cellere, che dista appena 6,5 Km. Uscendo da Canino, prendete la SS312 e seguite le indicazioni.

immagine della tappa b Cellere

Immagine di Cellere

Prima di entrare nel centro abitato di Cellere, troverete indicazioni per diverse aziende agricole, norcinerie, caseifici e frantoi. Anche qui avrete quindi la possibilità di fare ottimi acquisti enogastronomici. Lasciatevi però il tempo per visitare il borgo medievale di Cellere. Il luogo  di maggior interesse turistico è senza dubbio il Castello dei Farnese, ma merita una visita anche l'originale Museo del Brigantaggio, creato all'interno di un Ex Mattatoio, in Via Marconi. Dopo una pausa pranzo a Cellere, riprendete il cammino verso la terza tappa del tour, Ischia di Castro. Dovrete percorrere altri 15 Km, il primo tratto sulla Strada Provinciale 106 e i restanti chilometri sulla Strada Provinciale 109.

immagine della tappa c Ischia di Castro

Immagine di Ischia di Castro

Ischia di Castro conserva la memoria della vicina città di Castro, distrutta nel corso del XVII secolo. Lasciate l'auto e passeggiate nel borgo antico della cittadina, davvero suggestivo. Al centro sorge la Rocca e, poco lontano, il Duomo.  Nei dintorni di Ischia di Castro troverete numerosi agriturismi che vi permetteranno di assaggiare qualche prodotto tipico di qualità, ma anche di passare la notte, ben lontani dal caos delle città, per una pausa davvero rigenerante. Il giorno seguente, dopo una colazione all'insegna dei prodotti genuini, riprendete l'auto e spostatevi verso Farnese, prendendo la Strada Provinciale 47, prima tappa della II giornata del nostro tour.

immagine della tappa d Farnese

Immagine di Farnese

L'abitato di Farnese è celebre, oltre che per aver dato il nome alla storica famiglia, di cui potrete ammirare qui un palazzo, per la presenza nel suo territorio della Selva del Lamone, parte di un vasto Parco Naturale. Non c'è niente di meglio per iniziare la seconda giornata del nostro tour, di una passeggiata all'interno della riserva, rigenerandosi grazie all'aria pura e al fresco offerto dai fitti boschi di querce.

Anche Farnese rientra nei comuni della Strada dell'olio DOP Canino e nei dintorni si trovano agriturismi e frantoi, dove potrete anche fermarvi per una pausa pranzo a base di prodotti tipici. Riprendete il cammino verso una nuova tappa del tour, Valentano. Uscite da Farnese e prendete la SP47. Dopo 7,5 Km girate a destra sulla SS312 e poco dopo a sinistra sulla SP8. Dopo 1,6 Km, girate a destra sulla SP13 fino a Valentano.

immagine della tappa e Valentano

Immagine di Valentano

Già avvicinandovi al paese potrete vedere l'abitato in alto, in posizione dominante sul Lago di Bolsena. Da numerosi angoli di Valentano, infatti, si riesce a godere di paesaggi davvero spettacolari sul paesaggio. Entrati in paese, vi consigliamo di raggiungere la Rocca Farnese, al cui interno è stato istituito il Museo della Preistoria della Tuscia e della Rocca, che conserva opere di Antonio da Sangallo. Nelle vicinanze sorge la Chiesa Collegiata di S. Giovanni Evangelista, risalente al XII secolo, ma più volte rimaneggiata nel corso dei secoli. Riprendete l'auto per raggiungere l'ultima tappa del nostro tour nella Maremma laziale, Tuscania, che dista circa 20 Km. Uscendo da Valentano, dovrete prendere la Strada Provinciale 8 e dopo circa 1 Km, imboccate la Strada Provinciale 13 Piansanese.

immagine della tappa f Tuscania

Immagine di Tuscania

Tuscania è una cittadina che colpisce già al primo sguardo, uno dei gioielli più belli della Tuscia. Non avendo ormai tempo per una visita completa del centro storico, vi suggeriamo di passeggiare liberamente tra le stradine, ammirando gli edifici che incontrerete come il Palazzo Baronale, con le antiche mura e il Duomo di S. Giacomo, in Piazza Bastianini. All'ora del tramonto, prendete Via della Torretta che raggiunge il Parco Tor di Lavello. Qui si trova anche la Basilica di S. Pietro e la Torre Lavello, da cui potrete godere dell'emozionante spettacolo di un panorama mozzafiato sulla cittadina e sul paesaggio circostante.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

andrea20/11/2013 17:23

Che buono l'olio di quelle zone, bello questo itinerario, da provare in questo periodo di olio nuovo...